Ristoranti  con Specialità e Piatti Tipici della  Regione Marche: Ricette in Porchetta e Potacchio

Adoro i ristoranti che propongono un menù con i profumi della tradizione, che sappia di certezze delle nonne, ma che poi si trasformi in spirito libero, con qualche tocco di originalità che lasci il segno. Con questa idea sono andata alla ricerca di ristoranti marchigiani che avessero in Carta almeno una delle ricette più tipiche della nostra Regione:  specialità in porchetta o in potacchio. Di cosa si tratta? Visto che noi marchigiani abbiamo un dna gaudente, non potevamo accontentarci della classica porchetta di maiale, e così abbiamo iniziato a “porchettare” ( cioè disossare e farcire con un composto a base di carne mista ed erbe aromatiche, tra cui il finocchietto selvatico) di tutto.  E per quanto riguarda il potacchio? Una saporita brasatura in padella con vino bianco, olio di oliva, aglio, odori e un po’ di pomodoro (licenza poetica aggiunta in un secondo momento). Cosa ho trovato girando nelle Marche tra Trattorie e Ristoranti? Scopriamolo…

1. L’ ENOTECA BAR A VINO, localino intimo in centro a Fermo

Enoteca Cibo a Vino

Cosa ne direste di mangiare in un’ ex chiesa sconsacrata piena di cuoricini e candele, con librerie strabordanti di vini e lampadari di prosciutto e salame? Benvenuti da Enoteca bar a Vino, sotto i portici dell’incantevole piazza di Fermo. Ad accoglierci ( da 21 anni) l’Oste Peppe Rossi, ex mezza mela del famoso “Damiani e Rossi” e compagno di lavoro e di vita della graziosissima Roberta, regina della sala. L’aria che si respira in questo localino? Un mix di romanticismo, sapori genuini, intimità, teatralità ( è a due passi dal Teatro dell’Aquila) buonumore e relax. Un’atmosfera calda e speciale che ispira buone chiacchiere in compagnia di ottimo vino; se poi si aggiungono piatti tradizionali  ricchi di seducenti erbette che li personalizzano… è colpo di fulmine!

Ricette Tipiche Marchigiane: Agnello in Porchetta e Pollo in Potacchio 

Potacchio e porchetta Cibo a Vino

Siete in una sorta di Casetta di Hansel e Gretel dei formaggi e dei salumi : da Beltrami, Fontegranne a Passamonti troverete una selezione incredibile che prevede solo il meglio del nostro Territorio (che con la famosa focaccia di Peppe ci cantano)! Per quanto riguarda il menù,  avrete a disposizione 3 proposte del giorno mai banali. Le specialità dell’Oste? I risotti ( io ne ho assaggiato uno fuxia alla rapa e tartufo bianco da urlo) e le ricette in porchetta. Già famoso per il coniglio a me ha proposto l’agnello ( biologico di Monsanpietro Morico) porchettato nella versione ripiena: disossa la spalletta, la farcisce con uovo pane e finocchietto e la inforna, personalizzandola poi con un tripudio di erbette, carciofi e broccoli colorati. Un piatto bello da vedere ma soprattutto buono da mangiare. E per chi sta a genio a Peppe c’è anche uno speciale pollo in potacchio olive strinate polentina e odori misti.

2. RISTORANTE LE CRINIERE  Sambucheto (MC) Trattoria Rustica-Campestre

Un Ristorante semplice con una cucina rustica e sincera è questo il segreto del successo delle Criniere, un locale storico nel maceratese. Conosciuto e molto frequentato già nella precedente gestione (per il mangiare tipico, la pizza buona e le porzioni abbondanti)  con Lucia e Paolo il Ristorante ha mantenuto le aspettative. Il loro contributo è stato quello di introdurre nella tradizione genuina qualche piccola novità: come gli hamburger di marchigiana e alcune pizze gourmet; ma sono rimasti la pasta fatta in casa e la classica pizza cotta nel forno a legna i  cavalli di battaglia. Se poi si aggiungono porzioni genereose e prezzi senza sorprese si intuisce il perché sia sempre pieno.
Ristoranti con Tipicità Marchigiane

La Ricetta del Coniglio in Porchetta e del Pollo in Potacchio delle Criniere

Sull’ onda del comfort food, anche se un po’ fuori regione, lasciatevi avvolgere dal calore di una bella Ribollita, una licenza poetica che verrà servita all’interno di una grande scodellona fumante, perfetta per aprire lo stomaco ai secondi piatti tutti invece “alla marchigiana“. Io  ho assaggiato sia il classico pollo in potacchio che il coniglio in porchetta e direi che quest’ ultimo, con il suo ripieno ricco (con l’aggiunta creativa di gambi di funghi) e il suo cremoso fondo di cottura e le cicoriette ripassate mi ha colpito particolarmente: aveva quel sapore di una volta che profuma di Casa (consigliatissimo!).

3. AGRITURISMO LA MADDALENA, allegro Casolare nella campagna di Filottrano

Immaginate di tuffarvi nei colori autunnali delle colline marchigiane a perdita d’occhio, da una grande piscina blu a sfioro sul mondo. Potrebbe sembrare una sorta di miraggio e invece il luogo esiste, si chiama Agriturismo La Maddalena ed è un allegro Casale immerso nella campagna di Filottrano. Un ristorante tutto al femminile: Graziella e le sue 3 figlie dal 2004 gestiscono con passione quella che era partita quasi come una scommessa. Visto che possedevano un allevamento di oche e Graziella amava mangiarle e ci sapeva fare ai fornelli , perchè non aprire un locale e puntare tutto su una cucina genuina del territorio e su  una specialità che li rendesse riconoscibili? Detto fatto: oggi La  Maddalena è una realtà solidissima, con 120 coperti, conosciuta e apprezzata per la qualità delle materie prime, per l’oca, per i prezzi contenuti e per quell’impagabile atmosfera “di casa” che sa regalarti.

La Maddalena _ Oca in potacchio

Specialità e Piatto Tipico: L’oca in Porchetta e in Potacchio

Io vi consiglio il  giro dell’oca! In realtà sono molto famosi per i ravioli fatti in casa e per lo spiedo di agnello fritto ma venire qui e non assaggiare l’oca è da pazzi. “Come la fa Graziella non ce n’è per nessuno…altro che dura!” dicono tutti, e io per non sbagliare l’ho presa in porchetta, in potacchio e pure arrosto! E mi raccomando: chiedete i colli e gli zampetti e mangiate tutto con le mani e porca l’oca se ne vale la pena...!  E infine, belli satolli, per digerire vi consiglio il giro di liquorini fatti in casa, direi indispensabili.

4. L’OSTERIA SIROLO, dalla Terra al Mare

LOsteria Sirolo_ Potacchio e Porchetta

Era rimasto fuori il pesce così come ultimo locale ho deciso di giocare in casa e portarvi  all’Osteria di Sirolo. Stessa gestione dell’Officina, l’Osteria ha sempre puntato su una buona cucina del territorio: un’alternanza giusta di piatti di carne e di pesce che partono dalla tradizione ma aggiungono sempre un tocco di creatività,  per un risultato mai banale.  L’ambiente è carino e abbastanza intimo, il tocco interessante dello chef Davide Breccia, che coordina i ragazzi in cucina, avevo già avuto modo di apprezzarlo in diverse occasioni e il menù degustazione a 35 euro, divertente e vario,  è sicuramente il modo migliore per scoprire le potenzialità della cucina di questo locale.

Ricetta creativa della Rana Pescatrice in Porchetta e del Pollo in Potacchio

Sicuramente gli antipasti vanno forte: il sardone beccafico ripieno di ricotta, uvetta e fritto a mo’ di cotoletta alla milanese è mondiale Poi, se avete voglia di una buona pizza, con lievito madre, una bella alveolatura una grande idratazione e cotta sul forno al legna, di sicuro non sbagliate. Io però questa volta sono venuta ad assaggiare due novità del menù autunno inverno: la  rana pescatrice in porchetta, con bietole e fonduta di parmigiano e il coniglio croccante con fondo in potacchio. La versione “porchettata” di mare aveva un bell’equilibrio e nonostante ci fosse parecchio finocchio forte il piatto rimaneva comunque  delicato. Come viene cotta?  Sottovuoto nella pellicola e tagliata poi a medaglioni e piastrata.  La versione di potacchio era invece totalmente rivisitata e esteticamente irriconoscibile: bocconcini di coniglio fritto con una salsa in potacchio bella densa. Quasi uno street food godurioso dove veniva voglia di prendere i pezzettini con le mani e fare una bella scarpetta con il fondo bruno. Vi sembra che io abbia resistito?

…E adesso tocca a voi scegliere la vostra versione preferita!