In uno dei Borghi più belli delle Marche c’è un Ristorante di tipicità marchigiane “atipiche” (…)

IL BORGO DI OFFAGNA

Offagna ammalia, c’è poco da fare. Ricorda feste medievali, crescia con le erbe, gente in costume, folla caciarona, calici di vino rosso, tavolate lunghe e brindisi (tanti…ma tanti!). E ogni volta che attraverso i vicoli e salgo verso la Rocca, faccio un triplo tuffo carpiato: nel medioevo, nell’adolescenza e (ultimo ma non ultimo) provo anche quel tipico tuffetto al cuore. E proprio qui, nel pieno centro di questo caratteristico borgo dalla meritatissima bandiera arancione, all’interno di un palazzo storico, troverete il Ristorante il Cresciolo dal nome di un’ antica moneta.

RISTORANTE IL CRESCIOLO: IL LOCALE

Appena si varca la soglia si è colti da una dicotomica sensazione: ariosità per la presenza delle grandi vetrate e dei soffitti altissimi, ma anche calore. Il locale non è dispersivo, c’è tanto legno e quel bancone da bar un po’ old-style che si affaccia sulla sala fa venire voglia di sorseggiare senza fretta un buon calice di vino (e la carta ben fornita non deluderà!)

So che se proponessi i classici piatti della tradizione avrei tantissimi concorrenti migliori di me: schiere di nonne, suocere e signore di paese che fanno piatti eccellenti a occhi chiusi. Consapevole del fatto che i sapori tipici e super sedimentati non vanno persi, ho cercato di trovare la mia strada “diversa” per interpretarli…” Edoardo Staffolani chef e titolare

Fragustoepassione Il Cresciolo

IL MENU DEGUSTAZIONE

Oliva allascolana rivisitata

Con questa logica nasce ad esempio l’oliva all’ ascolana liquida: un divertente gioco di scomposizioni che vede da una parte il ripieno ( una bella polpettina fritta nel panko) e dall’altra un estratto di oliva da bere. Il crunchy della piccola molotov esplode in bocca solo dopo aver sorseggiato tutto d’un fiato il succo verde dell’oliva. Bella l’idea, buono il risultato!

menu degustazione Ristorante il Cresciolo

Anche i primi seguono questo effetto straniante: hanno i profumi della cucina della nonna ma una consistenza totalmente spiazzante. Tutto si fa scrigno: c’è qualcosa che nasconde qualcos’altro. Il coniglio in porchetta entra negli gnocchi, ne assume la classica forma e sguazza in una crema di pecorino di fossa; la cacciagione (cinghiale, lepre, oca) si mescola al mascarpone e diventa il ripieno non di un raviolo ma di una tagliatella (ebbene sì, una tagliatella classica ma ripiena: la cresciotella!). Gli ingredienti sono tanti ma non sgomitano. L’ effetto è wow ma assolutamente rassicurante nei sapori, mai estremi o invadenti.

menu degustazione il Cresciolo Offagna

L’autunno continua a coccolare il palato offrendo degli intramezzi interessanti. Come quando la zucca diventa una crema che copre con un caldo mantello dell’indivia e si mescola con un formaggio erborinato Beltrami che smorza la dolcezza . Oppure come quando porcini e finferli riempiono un rollè di maialino, cotto a bassa temperatura ripassato in forno per creare quella crosticina laccata che trattiene e trasuda succulenza.

Piatti ristorante Il Cresciolo

E se le Marche stanno un po’ strette e la cucina vergara non interessa, potete sempre trasferirvi alla Casa Bianca.  Continuando con l’effetto scrigno Edoardo mette in carta il grande classico delle feste inglesi, amatissimo da Jackie Kennedy: il famosissimo filetto alla Wellington. E visto che il piatto è di sicura matrice francese, chapeu per il coraggio.

DA NON PERDERE…

tartartare Ristorante Il Cresciolo

IL MIO CONSIGLIO: Se vi piacciono i crudi ordinate la tartare di fassona su crema di burrata con alici del cantabrico e olio al basilico. Di tartare ne ho mangiate tante e sono consapevole che vanno un po’ di moda, ma questa freccia Cupido l’ha lanciata proprio bene e l’equilibrio di sapori (anche un po’ ruffiani) mi ha conquistato il cuore. La carne è debole si sa.

Ristorante Dolci autunnali

E siamo arrivati al dessert. L’asticella delle aspettative era alta. La scelta è caduta sul più goloso di tutti: un trionfo del cioccolato degno di Willy Wonka. Gel al caramello, ganache al cioccolato fondente, bavarese al cioccolato biondo e cremoso alla gianduia. La dolcezza che poteva risultare estrema viene abilmente bilanciata con cristalli di sale. E coerentemente con il resto anche qui la nota bizzarra di sapidità insieme al continuo passaggio dalla cremosita al crunchy, spiazza e ammalia.

Ristorante Cresciolo Via Boccolino di Guzzone, Offagna AN

Tel 342-6773377