Dove mangiare il miglior piatto di gnocchi delle Marche?

Sfida Gnocchi: 4 Ristoranti Marchigiani in cui gli gnocchi sono una specialità

Il mio viaggio nelle cucine marchigiane é ricominciato. Questa volta sono alla ricerca del miglior Primo Piatto 2019. Iniziamo con gli  gnocchi, una delle preparazioni più tradizionali e semplici  ma che la maggior parte dei ristoranti  ha ormai perso l’abitudine di fare.

Seguendo le vostre segnalazioni sono andata a trovare 4 locali Marchigiani che non solo  hanno gli gnocchi in Carta ma, a detta di molti,  sono una delle  loro specialità.

C’era un volta lo Gnocco

fragustoepassione_ ricetta gnocchi

Gnocco è un termine di epoca medioevale, deriva da nocca, per definire  qualunque impasto di forma tondeggiante. In origine erano a base di pane raffermo (di grandi dimensione e spesso serviti in brodo come i canederli), o realizzati con un impasto di farina e acqua oppure di semolino; quelli di patate si diffondono invece più tardi a partire dalla fine del  ‘700.

Lo sapevi che Per fare gli Gnocchi buoni  importantissima è la scelta della patata: deve essere asciutta! e vanno impastati  “il giusto” altrimenti  si induriscono. Sulla forma,  le dimensioni e il miglior condimento ci sono diverse scuole di pensiero, andiamo a scoprirle e a conoscere i 4 Ristoranti in “sfida”…

AGRITURISMO IL RITORNO

Fragustoepassione_Agriturismo Il Ritorno

Via Piani D’Aspio, 12, Sirolo AN

Immerso nella campagna Sirolose l’Agriturismo il Ritorno è di proprietà di due fratelli, Mirco e Federico Clementi fin dagli anni ’70. In principio era l’equitazione il punto di forza, oggi  hanno preferito incrementare  l’aspetto agricolo puntando sull’ allevamento di bovini  che possiedono a Monte Colombo e sulla ristorazione. La tagliata di vitellone marchigiano condita con l’olio di loro produzione è sicuramente una specialità, ma sembra non sia l’unica.

Il locale è un classico casolare di campagna in pietra del conero, che mantiene quell’atmosfera rustica da ranch dove ci sia spetta di incontrare un cowboy col cappello a falda larga seduto vicino al camino a spolpare una bella bistecca al sangue. E invece no, oggi parliamo di un’altra specialità del locale: gli gnocchi.

Gli gnocchi del Ritorno

Fragustoepassione_gnocchi marchigiani

Gli gnocchi del Ritorno che utilizzano la patata Monalisa a pasta gialla o quella di Avezzano, sono ovali e un po’ schiacciati, solitamente passati alla forchetta. Nell’impasto c’è un particolare pizzico di noce moscata.  In carta troviamo anche un’originale versione ripiena con carne macinata di bovino e maiale, proposti con un semplice sugo di pomodoro e timo.

Io invece ho assaggiato i classici, con un condimento ideato da Federico già nel 2005: gnocchi all’amatriciana bianca con un composto cremoso di cipolla e un mix di pancetta fresca rosolata e prosciutto dell’azienda Luzi a Sant’angelo in Vado. Il tocco finale? Una generosa grattugiata di pecorino di fossa a  contrastare la dolcezza della cipolla.   Ne risulta un piatto dalla forte personalità: i sapori sono decisi e corposi. Lo morbidezza dello gnocco li accoglie e li amalgama tutti con un caldo abbraccio. Prezzo:9 euro

Cosa mi è piaciuto più ? Quell’idea di “sostanza”  (niente fuffa, niente fronzoli) tipicamente marchigiana che si respira nell’Agriturismo, nel menù e che ti ritrovi nel piatto.

 TRATTORIA ALOCCO

Fragustoepassione_ trattoria Alocco

Via Monte Gallo, 23,  Offagna AN

Poco lontana dal centro di Offagna c’è la storica Trattoria Alocco che nasce negli anni ’70 prendendo il nome dai proprietari. Prima ancora c’era un’Osteria sempre della famiglia dove si poteva ordinare un bicchiere di vino accompagnato dalla classica merenda alla marchigiana:  panini e taglieri.  Appena si varca la porta si avverte quella bella sensazione del tempo che si è fermato. Le  pareti, attraverso collezioni di pentole di rame, piatti in ceramica, mestoli e foto, raccontano storie di cucina e tradizione.  Il sorriso di Francesca in sala è contagioso, mentre le mani esperte di Gisa e Cristiana dietro ai fornelli e di Andrea l’addetto alla brace  sono una garanzia. Il menù è proprio quello che ti aspetti, quel casereccio che ti riconcilia con le tue radici offrendoti quell’impagabile sensazione di trovarti nel posto giusto al momento giusto. Le specialità? Oltre alle paste fatte a mano, carne alla brace, coniglio in porchetta, polenta e la famosa crescia cotta alla brace con le foje di campo.

Gli Gnocchi di Alocco

fragustoepassione_gnocchi alla papera

Vengono fatti 3 giorni di fila e devono bastare per i successivi tre giorni. La ricetta è più o meno questa: 6 chili di patate, 5 uova e un chilo di farina  (da Alocco si usano esclusivamente le patate rosse di Colfiorito). Per quanto riguarda la forma  sembrano dei cubetti quasi perfetti e il condimento non poteva che essere il classico della tradizione: il sugo di papera. Vedendo il pentolone sul fuoco viene l’acquolina in bocca: 2 papere intere e un mix di parti scelte di manzo e maiale che profumano di esperienza e tradizione.

L’attesa è assolutamente ripagata: il piatto è abbondante e generoso di pezzi di carne da “scoticare”. Lo gnocco raccoglie il sugo (non troppo tirato) e se lo avvolge intorno senza indugio. Un piatto che mette allegria e rilascia una buona dose di endorfine alla vista e al palato. Nota di merito per l’equilibrio, nessun sapore prevarica sull’altro, e nonostante nell’immaginario comune sia  etichettato come piatto impegnativo,   è la dimostrazione che può non essere pesante nè tanto meno unto. Prezzo 9 euro

Cosa mi è piaciuto? L’elogio alla lentezza e la dichiarazione di intenti del menù:  “questo locale non è un fast food, per fare preparazioni  autentiche come richiede la tradizione ci vuole tempo, lo stesso tempo che  è giusto prendersi per  godere di un buon pranzo ed apprezzarlo“. Condivido pienamente e appoggio!

BLOB CAFFE’ E RISTORANTE

fragustoepassione_Blob Caffè

Via Palmiro Togliatti, 84, Fraz. Santa Maria Goretti, Offida

Ci trovaimo a poca distanza dalla bella Offida nell’ascolano. Il Blob caffé  è un locale nuovissimo ma con 56 anni di storia alle spalle perchè nato da un ampliamento di un bar storico. E’  sempre appartenuto alla Famiglia Di Girolami che con Gianmarco che gestisce il Ristorante e si occupa della cucina è ormai  alla terza generazione.

Lontano dal concetto di rustico e tradizionale, il ristorante (con una quarantina di coperti) ha uno stile  classico e  più formale e propone un menù assolutamente legato alla stagionalità e ben radicato al territorio ma rielaborato con originalità dello chef, per un servizio tutto impiattato e con attenzione ai dettagli. Un consiglio? Nell’attesa degli gnocchi ordinate un piatto di olive all’ascolana fatte in casa, calde calde e super croccanti, e magari un antipasto Blob (un curioso viaggio in 3 tappe  tra terra  e mare).  E se vi piacciono i dolci,  il cestino di frolla di farro  con crema di castagne, crumble di  cacao e gelatina di anice di castignano sarà il giusto happy end !

Gli gnocchi del Blob

Fragustoepassione_ gnocchi alle castagne

Appena entrati nel menù autunnale gli gnocchi sono una delle varie specialità di paste fatte in casa che Gianmarco propone a rotazione. La ricetta prevede per 5 chili di patate (la varietà e quella di avezzano), 6 uova e un chilo di farina.  Il condimento ti conduce per mano in un bel bosco dai colori castano dorati, e a te non resta che passeggiare in libertà respirando i profumi d’autunno e raccogliendone i frutti. Un  piatto di gnocchi leggermente romboidali ricchissimo di porcini freschi dove poter stendere un mantello di castagne sotto forma di fonduta calda e avvolgente. L’idea di mettere la salsa a parte in un bricchetto mi sembra vincente: il piatto rimane pulito ed elegante e ognuno è libero di sceglierne la quantità ideale. Tutti sapori si amalgamano bene anche se prevale una nota leggermente dolce. Prezzo 8 euro.

Cosa mi è piaciuto di più? Il rapporto qualità prezzo: il servizio è di quelli che ti viziano e i prezzi sono straordinariamente onesti. In più chiedete di fare un giro nella piccola cantina: è ben fornita e con possibilità di fare una cena più intima a lume di candela!

OSTERIA DEL POGGIO

fragustoepassione_Osteria dmarchigiana

Frazione Poggio, 57, Ancona AN

Lungo la strada del Monte Conero, tra le curve, si affaccia la storica e vivace Osteria del Poggio. Da fuori sembra piccola ma in realtà nasconde 3 allegre stanze, ognuna con una  particolarità. E’ una tipica Osteria con quasi 100 anni di storia alle spalle che mi ha ricordato tantissimo quelle del centro di Bologna. In un secolo ne ha viste di cose cambiare: nata come punto di ristoro, diventa negli anni 60 bar e tabacchi, finchè non viene ristrutturata e riprende l’attività di ristorazione. Qui sono state girate alcune scene del film “La Stanza del Figlio” di Nanni Moretti e perfino Dustin Hoffman, durante le riprese del famoso spot sulle Marche,   si è seduto a un tavolo e ne ha assaggiato le specialità .  Quali sono?  Dalla carne alla brace alle  tagiatelle al cinghiale, dalle cresce con le erbe che tanto piacciono ai ciclisti ai famosi gnocchi al rosso conero.

Gli Gnocchi del Poggio

fragustoepassione_gnocchi rosso conero

Gli gnocchi “non sono farina del sacco dell’Osteria” ma vengono acquistati dal Laboratorio Marinelli di Osimo che devo dire lavora  a regola d’arte: si sente il sapore della patata, utilizza uova fresche e gli gnocchi tengono perfettamente la cottura. il sugo è stato ideato dallo Chef Nicolò Fioroni e si tratta di una versione di amatriciana bianca con cipolla e guanciale di Re Norcino di San Ginesio (considerato uno dei migliori guanciali d’Italia). La particolarità è la  riduzione di Rosso Conero dell’azienda Vinicola Lanari ( Vino e Zucchero…una bomba anche da leccare sul dito!) che viene messa con tantissima generosità  in un disegno Pollockiano (e che offre una nota dolciastra di prugna intensa a bilanciare il guanciale saporito). Il risultato è un piatto dal carattere deciso, succulento e abbondante per la gioia di buone forchette e stomaci ben allenati! Prezzo: 10 euro

Cosa mi è piaciuto di più? Quell’aria allegra da Osteria vecchio stampo dove  ti sale immediatamente la voglia di buone chiacchiere, cibo rustico e ottimo vino.

Il vincitore della sfida Gnocchi é…

E dopo tanto assaggiare, mi ritiro per deliberare. Da domani sul post della pagina facebook #Fragustoepassione troverete  le  immagini dei 4 piatti in sfida, così potrete esprimere la vostra preferenza. Il mio voto naturalmente “potrà confermare o ribaltare il risultato”.  Poi Venerdì 26 alle 14 vi porterò direttamente nel ristorante del vincitore! Seguitemi…

 

 

2018-10-23T14:47:58+00:00 23 ottobre 2018|4 Ristoranti|

About the Author:

Chi è Francesca? una creme brulée, anima dolce sotto uno strato duro, durissimo di zucchero bruciato (e una punta di acidità che mi accompagna da sempre). Cerco l’equilibrio nei piatti e nella vita. Odio le cose scontate e amo le tentazioni. Gli amici mi chiamano FRA, mi piace sedermi a tavola e godermi un viaggio tra GUSTO e PASSIONE.

2 Commenti

  1. Federico Clementi 23 ottobre 2018 al 4:20 pm - Rispondi

    Brava Francesca, un bell’omaggio al nostro settore. Grazie!

    • Francesca 10 novembre 2018 al 2:31 am - Rispondi

      Grazie ….a vinccere é sempre il nostro territorio.

Scrivi un commento

Passione. Cosa mi piace (assaggiare&scrivere)…

 

Nella sezione SFIZI&CO, racconterò di questo e molto altro ancora.