Il Maritozzo è un dolce schietto, più da forno che da pasticceria, ideale per la colazione e per i più golosi “imbottito” di cioccolata, non modaiolo ma autentico, leggermente vintage che porta con sè i ricordi di tutti noi marchigiani bambini.

Già al solo pronunciare il buffo nome viene un sorriso che ne anticipa uno, di gran lunga più grande, quando si ha il piacere di appoggiarci le labbra e sporcarsi con lo zuccherino. il nome deriverebbe dalla storpiatura ironica di  marito, forse anche per la forma leggermente allungata  e vagamente fallica.

Maritozzi marchigiani

Un evergreen come i Pooh: quando ero piccola e mia madre mi comprava il maritozzo per merenda al forno sotto casa io svolgevo un’operazione quasi chirurgica, togliendo con cura ad una ad una tutte le uvette che a 6 anni non sopportavo, per poi riempirlo  di strati e strati di cioccolata spalmabile . Mi sembra di rivedere ancora quel sorriso nero di cacao mentre affondavo i denti in quella sorta di panino sofficioso rimanendo appiccicosa per ore per la quantità di zuccherini che ne ricoprivano la superficie. Adesso invece lo adoro così, nudo e crudo, e  trovare e spiluccare le uvette per  mangiarle per prime é la cosa che preferisco.

Ricetta dei Maritozzi Marchigiani

Maritozzi a colazione

I tempi passano, i gusti cambiano, il maritozzo resta. Per la ricetta ringrazio la mia amica Lorena Cionfrini che mi ha fornito i segreti dei suoi maritozzi che profumano di “coccole, casa e famiglia” con un tocco fashion di zenzero a renderli speciali…

Ingredienti Maritozzi Marchigiani

  •  600 gr di farina 00
  • 2 uova intere
  • 250 gr di latte
  • 100 gr di zucchero
  • 1/2 cubetto di lievito di birra
  • 100 grammi di burro o 85 gr di olio di girasole
  • 100 grammi d’uvetta 
  • Zenzero grattugiata ( o buccia di un limone non trattato)
  • Mezzo bicchierino di varnelli 

preparazione maritozzi

Procedimento Maritozzi Marchigiani

  • Mescolare tutti gli ingredienti solidi.
  • Far sciogliere il lievito nel latte e versare lentamente nel composto. 
  • Dopo aver impastato far lievitare dentro una ciotola coperta da pellicola per 3 ore.
  • Formare “palline” leggermente allungate e far lievitare un’altra ora dentro al forno spento 8  (70 grammi circa)
  • Prima di iniziare la cottura passare una pennellata di uovo e spolverata di zucchero
  • Infornare a Forno preriscaldato a 180 gradi per 15/20 minuti (a seconda della grandezza dei maritozzi), fino a raggiungere un colorito dorato/brunito