Evvai di gelato “Made in Marche”! 5 modi creativi di usare una vaschetta

ESTATE uguale GELATO (E viceversa). E’ un formula matematica da cui non si prescinde. Sul gelato ognuno ha le sue idee e i suoi gusti. Io che sono marchigiana doc e campanilista ho da poco scoperto che nei supermercati si trovano le vaschette  della più storica azienda dolciaria anconetana,  e non potevo non assaggiarle. La Giampaoli  Dolciaria non solo produce dal 1900 squisiti panettoni invernali e una varietà infinita di biscotti per tutte le stagioni,  ma da qualche tempo anche delle golosissime varianti  di gelato perfette per le mie merende estive, e non solo.  Mi piace l’idea di prendere il gelato in vaschetta perchè ogni volta  posso sperimentare nuovi abbinamenti e proporlo  in modo creativo. D’estate tengo sempre almeno una confezione in freezer perchè ci faccio di tutto, dalle merende per i bambini (golose,allegre e sostanziose), alle dolci coccole per me (magari aggiungendone un cucchiaino al caffè), alle monoporzioni per concludere degnamente con un piccolo sfizio una cena  tra amici.

fragustoepassione_gelati giampaoli

Il gusto che a casa nostra va di più (forse anche perchè è il più ricettabile) è sicuramente il Fior di Latte.

Quello Giampaoli con il 65% di latte fresco e senza zuccheri aggiunti  è particolarmente buono. Mi piace per due motivi: il primo è che sa davvero di latte e il secondo è che non risulta per niente stucchevole, al contrario di molti gelati confezionati. Si trova anche la versione senza zuccheri aggiunti al cioccolato, e quella è come un buon vino, la riservo ai momenti particolari quando l’umore ha bisogno di un cucchiaino di conforto.

Ai  bambini che sono più golosastri  prendo spesso invece la vaschetta allo yogurt variegato ai frutti di bosco e ne aggiungo una pallina alla loro macedonia per renderla più allegra o addirittura lo uso a colazione. Avete mai proposto d’estate un “Gelato affogato nel latte” al mattino??? Il  Milk-Shake (mangia e bevi)  a casa nostra è sempre  un successone, una colazione completa, fresca e senza eccesso di calorie!!!

GELATO AFFOGATO AL LATTE

Giampaoli Dolciaria gelato

Come si fa? Occorrono  solamente:

  • un bicchierone di latte tiepido o temperatura ambiente (io uso quello di avena per non esagerare con le proteine animali )
  • un paio di cucchiaiate di gelato allo yogurt (o di qualsiasi gusto a scelta)
  • Immergere il gelato nel latte e spolverizzare con cannella e fiocchi d’avena!
  • E per chi vuole ( e i miei bimbi vogliono sempre)  pezzettini di albicocca e pesca.

Diventa un mangia e bevi che mette subito di buonumore, fin dal mattino…

Spesso con il gelato faccio anche  delle merende  supernutrienti, più fresche di uno snack. Un esempio?

IL BISCOTTO RIPIENO

fragustoepassione_ biscotto ripieno

Il Biscotto Ripieno è un mio cavallo di battaglia soprattutto quando torniamo da un’intensa giornata di mare: i bambini hanno speso tante energie e magari mangiato solo qualcosa di veloce in spiaggia, e quindi hanno bisogno di carica.E’ una buona idea perché super semplice,  veloce da preparare (anche insieme ai bambini), ma decisamente golosa.

Parlando di Biscotti le alternative Giampaoli non mancano.  Si può fare la versione “da Campioni” con biscotti belli grandi, in questo caso i  Digest sono perfetti, anche perchè sono leggermente “salatini” come tutti i digestive.  La cosa che mi piace particolarmente dei Digest Giampaoli è che hanno una percentuale di farina integrale, fiocchi d’avena e orzo e niente zuccheri aggiunti quindi non rimangono troppo dolci. In alternativa, per uno sfizio più moderato di quantità ma  decisamente  sfizioso utilizzo i BIG al cioccolato, nella nuova ricetta con cacao e olio di oliva e senza zuccheri aggiunti! L’accostamento bianco e nero fa sempre scena

Come si fa è intuitivo…

  • Togliere dal freezer il gelato al Fior di Latte e lasciare  che si ammorbidisca
  • lavorarlo sino a renderlo cremoso
  • prelevarne un cucchiaio alla volta
  • inserirlo  all’interno di due biscotti Digest o Big
  • aggiustare i bordi e guarnire magari con granella di nocciole
  • Rimettere in frezeer per un una mezz’ora prima di mangiare

L’alternativa più leggera per noi mamme?  Il SANDWICH di PRUGNA e GELATO!

LOLLIPOP DI GELATO

lollipop di gelato

Un’altra versione che fa impazzire i bambini, ideale  anche per un fine pasto tra amici  insieme a un caffè è il LOLLIPOP. Semplicissimo e di grande effetto!

Come si fa?

  • Prelevare una decina di Palline (anche di gusti diversi)
  • Passarle in granelle diverse (pistacchio, nocciole, cocco, cacao)
  • Disporle su un vassoio con carta forno
  • Infilzarle con uno stecco
  • Rimettere in freezer per mezz’ora
  • Per i più golosi inzupparle  nella crema di nocciole  (io mi dissocio;-)

BICCHIERINO PESCHE E AMARETTI

Fragustoepassione_ Giampaoli Dolciaria

Ed ecco la ricetta che io preferisco. Per non incappare in sensi di colpa uso generalmente il bicchierino di vetro da caffè, ma risulta molto carino anche comporlo in un vasetto di vetro Bormioli.  In questo caso uso gli Amaretti Giampaoli, di cui vado pazza perchè hanno pochissimi ingredienti (zucchero, armelline, albume) quindi un gusto intenso di mandorle che si sposa benissimo in contrasto con la dolcezza e cremosità del gelato. Come si fa?

  • Sbriciolare alla base del bicchiere gli amaretti
  • caramellare una pesca (tagliarla a dadini e rosolarla per due minuti in padella dopo averla imburrata, con una spruzzata di vino rosso e una spolverata di zucchero di canna)
  • Inserire uno strato di pesca tiepida nel bicchiere
  • Aggiungere una pallina di fior di latte o gusto a scelta
  • Scegliere il topping a piacere: miele di acacia, granella di nocciole, salsa di lamponi frullati o addirittura una grattata di tartufo estivo come mi ha consigliato una mia amica, per una cena un po’ più sofisticata (ci sta benissimo!)

TE’ VERDE, FRUTTA, GELATO E SPEZIE

giampaoli gelato

E per finire voglio darvi quest’ultima ricettina semplicissima, molto femminile perchè poco calorica, sana, profumatissima e ideale per un pomeriggio estivo tra amiche mamme.

Come si fa?

  • lava 4 prugne o due pesche a seconda della frutta che preferisci. Sbuccia elimina il nocciolo e taglia in spicchietti
  • scalda l’acqua, porta a bollore, spegni e aggiungi un paio di bustine di te’ verde, cannella, noce moscata e zenzero grattugiato
  • Unisci le prugne/ pesche riaccendi il fuoco e cuoci per 15 minuti a fiamma bassa.
  • spegni il fuoco e se vuoi aggiungi un goccio di cognac. Lascia raffreddare
  • Versa in una tazza da té la composta e aggiungi una pallina di fiordilatte, con una spolverata di cannella.

 

Buone “Sfiziosità”!!!!

2018-07-09T01:42:55+00:00 09 luglio 2018|Dolci, Sfizi&Co|

About the Author:

Chi è Francesca? una creme brulée, anima dolce sotto uno strato duro, durissimo di zucchero bruciato (e una punta di acidità che mi accompagna da sempre). Cerco l’equilibrio nei piatti e nella vita. Odio le cose scontate e amo le tentazioni. Gli amici mi chiamano FRA, mi piace sedermi a tavola e godermi un viaggio tra GUSTO e PASSIONE.

Scrivi un commento

Passione. Cosa mi piace (assaggiare&scrivere)…

 

Nella sezione SFIZI&CO, racconterò di questo e molto altro ancora.